Ponente International Film FestivalPonente International Film Festival
The Present

by Jean

The Present

Jake passa tutto il suo tempo incollato ai videogiochi. Chiuso nella sua stanza, con le tapparelle abbassate, unica luce lo schermo del monitor, unico sottofondo il rumore della battaglia. Da solo. Senza distinguere il giorno dalla notte. Con il joystick stretto fra le mani e lo sguardo perduto,  come alienato, rapito, distaccato dal mondo. Ma un giorno la sua mamma entra in casa con un regalo per lui. All’inizio il ragazzo non bada a quel pacco, perso com’è a continuare la partita. Poco dopo, però, scopre il suo contenuto. E’ un cane. Un cucciolo a tre zampe. Ma la disabilità non frena il suo entusiasmo e la voglia di giocare. Prova ad attirare l’attenzione di Jake in tutti i modi. Solo che il ragazzo non ne vuole sapere di quella creatura imperfetta e concentra tutta la sua attenzione e il suo tempo sulle perfezione espressa nei videogiochi. Il cagnolino non si perde d’animo e, alla fine, la  sua tenacia viene ricompensata. Il si avvicina al cucciolo, in un gesto finalmente affettuoso. Perché fra loro c’è un’intesa speciale, che non si può nascondere, che unisce. Afferra le sue stampelle e si dirige verso la porta di casa per uscire, per andare a giocare con il nuovo amico.

The present (Il dono) è un cortometraggio di animazione ispirato da un fumetto brasiliano di Fabio Coala e realizzato come tesi da Jacob Frey, uno studente della prestigiosa Scuola di Cinema Bade-Wurtemberg, a Ludwigsbourg in Germania. In quattro minuti, con estrema delicatezza, prova a mettere in discussione il rapporto che ciascuno di noi può avere con il mondo della disabilità.

Malgrado la brevità, non mancano i colpi di scena e le emozioni, che si svelano in modo inaspettato, sottile ma molto coinvolgente. Dalla sceneggiatura fino alla direzione, passando per l’animazione 3d e la musica, tutto funziona alla perfezione, tanto che, rivedendo il film più volte, ad ogni visione emergono sempre nuove sfumature e particolari. Evidentemente anche nell’era della velocità, dei tempi brevi e delle poche parole sui social, si può continuare a pensare, a commuoversi, a farsi toccare il cuore. Infatti, il video condiviso sulla rete sta raccogliendo milioni di visualizzazioni..

Jacob Frey, giovane cineasta tedesco ancora sconosciuto al grande pubblico, ha impostato il suo lavoro sul tema del sociale, nello specifico sull’universo degli handicap. E con quest’opera incantevole colpisce nel segno, conciliando due fragili realtà che troppo presto hanno dovuto confrontarsi con gli ostacoli della vita, insegnando che non bisogna mai arrendersi. E che forse, insieme, si è più forti. Giustamente conteso da più di 180 festival internazionali, questo piccolo capolavoro, definito dai media “un gioiello”, si è aggiudicato 50 premi in Europa, Asia, Stati Uniti e Sudamerica.

Scheda tecnica                                         

Germania, 2014
Regista: Jacob Frey
Musica composta da: Tobias Buerger
Scritto da: Fabio Coala
Sceneggiatura: Jacob Frey
Cast: Quinn Nealy, Samantha Brown
Durata: 4’19”

Jean
About Jean
The Present
The Present